Home  |  Contacts  |  Search  |  Map  |  

L'ernia del disco

FotoPer malattia da ernia discale si intendono tutte quelle manifestazioni anatomopatologiche e cliniche che inducono una salienza o protrusione o estrusione del materiale discale nel canale vertebrale come un cuneo, che a sua volta attua una compressione sul midollo spinale, sulle radici nervose, sui vasi sanguigni e su altri tessuti in essa contenute, provocando il conflitto disco-radicolare o la malattia da ernia discale quindi il dolore ed altri sintomi.

L'ernia del disco intervertebrale rappresenta la più frequente patologia degenerativa della colonna vertebrale e può colpire il segmento cervicale, dorsale e lombosacrale.
Da ciò i termini cervicobrachialgia (dolore che dal collo si irradia all'arto superiore), lombalgia (dolore alla schiena), cruralgia (dolore che interessa la parte anteriore della coscia) e sciatalgia (dolore irradiato all'arto inferiore).

Il disco intervertebrale è posto tra i corpi di due vertebre adiacenti ed è fondamentalmente composto da due parti: il nucleo polposo, al centro e l'anello fibroso, alla periferia. Tale struttura ha la funzione di ammortizzare le molteplici sollecitazioni meccaniche, specie in direzione verticale ed obliqua, cui è continuamente sottoposta la colonna vertebrale.
L'ernia discale rappresenta la fuoriuscita o l'erniazione posteriore del nucleo polposo attraverso una lacerazione dell'anello fibroso, con conseguente compressione delle radici dei nervi spinali e/o del midollo. 
In base al grado ed alle modalità di migrazione del nucleo polposo è possibile distinguere le ernie discali in:
    • contenute: quelle che non hanno superato il legamento longitudinale posteriore;

    • espulse: in gran parte o del tutto fuoriuscite nello speco vertebrale;

ancora, è possibile distinguere le ernie in: mediane, paramediane ed intraforaminali, che occupano il canale di coniugazione.
Il segmento della colonna vertebrale più frequentemente colpito da questa patologia è il tratto lombosacrale (circa il 90% dei casi), mentre è più rara la localizazione cervicale (circa il 10%) e quella dorsale (meno dell'1% dei casi).


Biolitec Italia Srl © 2014 - 2018 | Via Gaetano Crespi 12 - 20134 Milano | P.Iva 03941530960
Tel +39 02.84.23.06.33, Fax +39 02.45.48.53.70 | email: info@biolitec.it | Privacy Policy